Loading...

lunedì 22 settembre 2014

INTERVISTA A DI SALVATORE SULL'O.D.G. PER RIUNIFICARE LO SCIENTIFICO "MASCI"


Grande polemiche suscitate nell'opinione pubblica teatina per la decisione della Provincia di Chieti, in particolare dell'Assessore provinciale all'Istruzione Carla Di Biase, di trasferire alcune classi del Liceo Scientifico "Masci" di Chieti dalla sede centrale a Chieti Scalo in una parte dell'immobile che ospita attualmente gli studenti del "De Sterlich", Recentemente abbiamo anche intervistato l'Assessore Di Biase per capire le ragioni che hanno portato l'amministrazione provinciale a prendere questa decisione, e abbiamo girato un video durante l'assemblea sull'argomento, tenutasi nell'aula consigliare della sede provinciale di Corso Marrucino, a cui hanno preso parte l'Assessore al ramo, una esponente della direzione scolastica del "Masci", alcuni rappresentanti dei professori, una rappresentanza di genitori preoccupati e gli studenti del liceo teatino. 
 Sembrava che alla fine tutti avessero accettato la decisione di spostare alcune classi dello scientifico, per cause di forza maggiore, nella sede scalina, e nei giorni scorsi è uscita anche la notizia dell'adattamento delle corse delle società che gestiscono i trasporti pubblici urbani ed extraurbani alle nuove esigenze di coloro che dovranno trasferirsi dal centro storico di Chieti alla Colonnetta. Ma, in realtà, le polemiche non si sono mai placate e il "fuoco covava sempre sotto la cera"; infatti, in questi giorni, sollecitato da alcuni rappresentanti dei genitori e da alcuni studenti, sul "piede di guerra" e pronti a battagliare per far riavere una sede unica al "Masci", l'Arch. Renato di Salvatore, Consigliere Comunale del Pd teatino, oppositore dell'amministrazione Di Primio di centrodestra, ha presentato un O.D.G.per impegnare "il Sindaco e la Giunta a fare quanto in loro potere, entro sei (6) mesi, per far si che,per l'anno scolastico 2015-2016, il Liceo Scientifico possa essere riunificato utilizzando una struttura idonea".
Così, considerato che l'ODG si discuterà domani (martedì 23 settembre 2014, per chi legge) questa mattina siamo andati ad intervistare proprio il Consigliere Di Salvatore per chiedergli delle delucidazioni sulla sua iniziativa.


Per maggiore intelligenza del lettore, ecco qui di seguito riportato anche il testo integrale dell'Ordine del Giorno del Consigliere Renato Di Salvatore:


Chieti, settembre 2014

Al Presidente del Consiglio Comunale di Chieti
SEDE


ORDINE DEL GIORNO


Oggetto: Liceo Scientifico “F. Masci” – trasferimento


Premesso che:

  • l’Amministrazione Provinciale di Chieti non può più sostenere le spese di affitto della struttura del Seminario Regionale utilizzata dal Liceo Scientifico “F. Masci”;

  • di conseguenza, con l’inizio delle attività didattiche per l’anno scolastico 2014-2015 otto classi del Liceo Scientifico SONO STATE dislocate presso l’Istituto Tecnico “De Sterlich” di Chieti Scalo;

  • ad oggi, non è chiaro se le classi potranno usufruire o meno della palestra due volte a settimana come previsto dal programma ministeriale, se avranno una biblioteca, laboratori tali da consentire lo svolgimento delle attività;

  • gli studenti dei paesi limitrofi incontrebbero serie difficoltà a raggiungere la sede di Chieti Scalo in quanto gli autobus arrivano al terminal di via Gran Sasso e sarebbero costretti a prendere un ulteriore autobus con sicure ripercussioni sui tempi di arrivo a scuola e di rientro nelle proprie abitazioni;

Considerato che:

  • per il trasferimento delle classi al De Sterlich l’amministrazione provinciale dovrà adeguare la struttura con un impegno di spesa di 20mila euro;

  • da indagini svolte in passato, tanti sono i contenitori vuoti presenti nella città di Chieti;

  • la nostra citta’, capoluogo di Provincia, meriterebbe un Liceo Scientifico dignitoso in una struttura unica, sicura e tecnologicamente avanzata e non essere smembrato senza alcuna prospettiva di unicita’ futura.

  • la dislocazione in due sedi cosi’ distanti comporterebbe per gli stessi studenti il venir meno del sentimento di appartenenza alla comunita’ scolastica rappresentata dal “Masci” e non e’ possibile costringere i ragazzi e i professori a condividere scelte imposte senza alcun loro coinvolgimento.

Impegna


il Sindaco e la Giunta a fare quanto in loro potere, entro sei (6) mesi, per far si che, per l’anno scolastico 2015-2016, il Liceo Scientifico possa essere riunificato utilizzando una struttura idonea.

domenica 21 settembre 2014

IL CHIETI STENDE L'AMITERNINA CON UN GRAN BEL GOL DI ESPOSITO




Un'altra domenica sportiva con i nostri due collaboratori Luigi e Federico, che hanno curato la cronaca sportiva della partita del Chieti Calcio contro l'Amiternina a Scoppito in Provincia di L'Aquila, valida per il Girone F del Campionato di Serie D, 2014-2015.La partita si è conclusa per la cronaca con la vittoria dei neroverdi del Chieti per 1-0.

PRIMO TEMPO
Nei primi minuti subito due cambi nelle fila dell'Amiternina. Squadre che se la giocano a viso aperto, ma nei primi frangenti della partita nessuna emozione particolare se non qualche cross degno di nota e calci d'angoli, anche un buon tiro del n.8 Di Pietro deviato dal portiere in angolo. Al 12' il n.11 del Chieti Orlando prende palla, scarta tutti con una serie di dribbling, ma la sua conclusione è bloccata dal portiere avversario. Al 33' calcio d'angolo per il Chieti, colpo di testa di Orlando che sfiora il palo ed esce. Al 35', punizione assegnata al Chieti dal limite dell'area, si incarica della battuta Esposito:tiro, pallone che vola sopra la barriera, sotto l'incrocio dei pali ed è goal! 1-0  per il Chieti! Per i neroverdi ha realizzato Vittorio Esposito. Subito dopo un cambio per il Chieti, esce il n.5 Rapino ed entra il n.15 Maschio. Si va all'intervallo col Chieti meritatamente in vantaggio.


SECONDO TEMPO
 L'Amiternina approfitta dell'intervallo per effettuare l'ultimo cambi e anche il Chieti effettua il secondo: entra il n.17 Perfetti al posto di Maschio (n.15) al 13'st per un infortunio di lieve entità. Inizia da quel momento la gara con gli arbitri protagonisti: si mettono in mostra affibbiando cartellini gialli ai giocatori di entrambe le squadre per dei semplici contrasti o per protesta. L'Amiternina a metà del secondo tempo si scuote e va all'attacco come un toro a testa bassa per cercare vanamente il pareggio, ma il Chieti è abile a bloccare le trame offensive dei padroni di casa, mettendosi sulla difensiva, ripartendo. Al 22' st, azione pericolosa dell'Amiternina, scambio uno - due, ma gli avanti aquilani non concretizzano davanti al portiere teatino che li ipnotizza e calciano il pallone fuori. Grosso sbaglio ed occasione persa per l'Amiternina.La risposta del Chieti è sui piedi di Vano, ma la palla finisce alle stelle. Ultimo cambio per il Chieti, esce Orlando ed entra Corvino al 25'st. Al 35' scambio veloce tra Esposito e Corvino, la conclusione davanti al portiere è di quest'ultimo, poi Esposito prova un'altra conclusione,ma salva tutto il portiere amiternino.L'arbitro espelle il panchinaro n.13 Margagliotti probabilmente per qualche parola di troppo. Al 40'st Vano viene atterrato in area di rigore avversaria, proteste dei Teatini, ma l'arbitro non se la sente di fischiare. Molto contestata la direzione della terna arbitrale. La partita si conclude con la vittoria di misura del  Chieti tra le ovazioni dei trecento tifosi teatini al seguito. Il Chieti sale a 7 punti in classifica frutto di un pareggio e due vittorie consecutive degli uomini di Ronci.



TABELLINI

Amiternina Chieti: 0-1 Una magia di Esposito regala i tre punti

AMITERNINA: Di Fabio, Lenart, Mariani, Valente, Di Ciccio, Carrato, Di Paolo, Petrone, D’Alessandris, Torbidone, Gizzi. All.: Angelone
CHIETI: Schina, Sbardella, Giron, Vitale, Rapino (37′ pt Maschio, 13′ st Perfetti), Giammarino, Prinari (25′ st Corvino), Di Pietro, Vano, Esposito, Orlando. A disp. Placidi, Margagliotti, Di Lallo, Navarro, Carlini, Arcamone. All.: Ronci
ARBITRO: Simone Degli Espositi di Bologna
RETE: 35′ pt Esposito

Potrebbe interessarti:http://www.chietitoday.it/sport/amiternina-chieti-0-1-cronaca-21-09-2014.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998


"Il Potere della Terra:l'agricoltura sociale per la disabilità psichica e il disagio sociale"‏

Manlio Madrigale - Massimo Di Giannantonio - Carlo Di Giambattista

(ASI) - Torino - Nell'ambito del percorso di sussidiarietà orizzontale (art.118 u.c. cost.) 1980 - 2014, dopo il primo incontro tenutosi a Chieti il 15 Marzo 2014 sul tema "La guarigione possibile su persone con disabilità psichiche", si è tenuto a Torino, Sabato 13 settembre 2014, nella Sala Conferenze del Collegio "Artigianelli" di Corso Palestro 14 l'incontro sul tema "Il Potere della Terra: l'agricoltura sociale per la disabilità psichica e il disagio sociale". Il convegno,organizzato dal Comitato sulla Sussidiarita' Orizzontale presieduto dal Dott. Manlio Madrigale con la collaborazione dell'Ass. famiglie abruzzesi in Piemonte e Valle d'Aosta presieduta dal Dott.Carlo Di Giambattista,dalla Diapsi presieduta da Graziella Gozzellino e dall'Aics Abruzzo -settore disabilità, si è articolato in quattro parti:la prima dedicata ai saluti delle autorità, la seconda all'inquadramento interdisciplinare della materia a cura degli esperti, la terza riservata alle buone pratiche e la quarta a una tavola rotonda multi professionale per disegnare le prospettive future alla quale hanno partecipato tutti gli attori coinvolti e interessati,preservando uno spazio aperto per un dibattito costruttivo fra tutti i partecipanti,tra cui operatori sociali,agricoltori,educatori,famiglie di persone con disabilità psichica,studiosi,progettisti,medici,riabilitatori,dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni.
Al convegno sono intervenuti: il Dott. Manlio Madrigale (Organizzazione-Comitato Sussidiarietà Orizzontale Italia Centrale) - Enrico Capirone (Vice Sindaco di Ivrea -Torino),Marino Guglielminotti Gaiet (Pres.ANPI-Valle d'Aosta),Massimo Fiorio (Comm.ne Agricoltura Camera dei Deputati), Graziella Gozzellino Pres. Naz.Diapsi), Massimo Di Giannantonio (Prof. Ord. Univ. Chieti), Vittorio Sconci (Dir.Dip.di Salute Mentale ASL-L'Aquila), Michele Colavita (Dirigente Pol.Soc. Reg.Molise), Stefania Fumagalli (Coldiretti Torino), Gianfranco Trevisan (Sistema Ollignan-Quart-Aosta), Renè Benzo(Centro Agr.Fond.Ollignan-Institut Agricole Règional VdA), Sara Cassin (Pres.Naz.Fenascop Torino), Cesare Ivaldi (Coord.Fattorie Sociali Piemonte), Roberto Prosperi (Avvocato e Resp. Ipab Chieti-L'Aquila), Paolo Leggero (Coop.Interactive Torino), Antonio Natarelli (Pres.Comm.ne Pol.Soc.Comune di Pescara), Carlo Di Giambattista (Pres. Famiglia Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d'Aosta), Raffaella Vitale (Dir. Delle Pol.Soc. e della fam. Reg.Piemonte), Marco Berardo Di Stefano (Pres. Naz.Reti delle Fattorie Sociali), Corrado Adamo (Dir.te Ass.Agr.VdA). Inoltre,durante il convegno c'è stato il ricordo dello scomparso Giulio Dolchi, già Presidente dei partigiani della VdA, Presidente del Cons.Reg. della stessa Regione e Presidente mondiale della Federazione delle città unite, che nel corso degli anni ha avuto un importante ruolo nel processo di realizzazione della sussidiarietà orizzontale.Tra l'altro è stato molto interessante il contenuto dell'intervento dell'Assessore Regionale piemontese alle Politiche Sociali Augusto Ferrari.
Alla fine dell'incontro è stato sottoscritto tra i presenti l'impegno di redigere una carta di intenti tra enti pubblici e privati per la promozione integrata di una rete di iniziative e servizi a favore delle persone con disabilità psichica e/o disagio sociale; promozione della loro guarigione attraverso il lavoro a contatto con la natura e la produzione dei beni essenziali per la vita dell'uomo e la salvaguardia dell'ecosistema.

venerdì 19 settembre 2014

OGGI SIMPOSIO A ROCCASCALEGNA A CURA DI MASSIMO PASQUALONE



Si terrà  sabato 20 settembre a partire dalle 10 la prima edizione del Simposio di pittura Estemporanea di Roccascalegna, curato da Massimo Pasqualone.
Per questa edizione il curatore ha invitato i seguenti artisti:

Lucio Monaco
Roberto Di Giampaolo
Pasquale Lucchitti
Mario Buongrazio
Francesco Ciccolone
Emilio Stella
Roberta Papponetti
Concetta Daidone
Violetta Mastrodonato
Marcello Specchio

Si tratta dell'ennesimo evento curato dal Prof. Massimo Pasqualone divenuto un concreto punto di riferimento per l'arte e la cultura in Abruzzo.

ACQUA "SPORCA" DAI RUBINETTI DI MADONNA DEGLI ANGELI




In questi giorni, sono stati pubblicizzati dei lavori all'impianto elettrico del serbatoio comunale dell'acqua potabile della Civitella che fornisce l'acqua alla città di Chieti con interruzione della fornitura idrica nella mattinata di Giovedì 18 Settembre nelle suddette zone: Via Ravizza, Porta Napoli, Via Arcivescovado, Via Vezio Marcello, Piazza Vittorio Emanuele, Via Vito Colonna, Via Herio, Via Baroncini, Via Madonna degli Angeli e traverse. Ma, come segnalatoci alcune case si sono trovate una bella sorpresina nei rubinetti dell'acqua. Infatti, come ci ha riferito una ragazza tramite WhatsApp, residente in zona Madonna degli Angeli, ha aperto il rubinetto dell'acqua potabile e non credeva ai suoi occhi: l'acqua ieri era di colore "verdognolo", mentre questa mattina  era di color bianco sporco, piena probabilmente di qualche sostanza. Probabilmente questo problema si è verificato anche in altre case dei Teatini.
Pertanto, su richiesta dei cittadini segnalatori, si chiede ai rappresentanti dell'amministrazione comunale di fornire delle delucidazioni sul motivo di questo fenomeno se ne sono a conoscenza, altrimenti di informarsi con la società che gestisce il servizio di erogazione dell'acqua nelle case dei Teatini per chiedere delle spiegazioni, o tramite chi ha eseguito i lavori al serbatoio comunale della Civitella, poiché la salute delle persone viene prima di tutto.


giovedì 18 settembre 2014

RADDRIZZATA LA "CASETTA" AL PARCO GIOCHI VICINO IL CAMPETTO DELLA VILLA

Alcuni giorni fa abbiamo segnalato alle autorità comunali e all'opinione pubblica la presenza di una "casetta" per far giocare i bambini che è stata rovesciata dai vandali al parco giochi vicino il campetto della Villa Comunale di Chieti.
Oggi abbiamo fatto un sopralluogo e abbiamo con piacere notato che il manufatto in questione è stato finalmente raddrizzato,probabilmente da parte degli operai comunali, anche se purtroppo la "casetta" è rimasta leggermente danneggiata dall'atto vandalico subito.
Ringraziamo il Comune di Chieti e chiediamo che, nel limite del possibile, le richieste dei cittadini vengano sempre ascoltate.



martedì 16 settembre 2014

LIBERARE I TOMBINI IN VIA RICCITELLI AL "LEVANTE"

Come ci hanno segnalato alcuni cittadini residenti, in Via Riccitelli nel Centro Residenziale 
"Levante", vicino gli impianti sportivi per intenderci, i detriti accumulati hanno causato l'ostruzione  di alcuni tombini e questo crea dei disagi soprattutto quando piove forte.
Infatti, come ci hanno segnalato,durante i temporali i detriti che ostruiscono non permettono ai tombini di svolgere nel migliore modo possibile la loro funzione, perciò, i tratti di strada dove c'è questo problema si allagano con problemi alla viabilità.
Pertanto, i cittadini segnalatori chiedono a chi di dovere di intervenire per far ripulire i tombini,liberandoli dai detriti, affinché la strada non si allaghi più, problema molto sentito soprattutto con l'avvicinarsi della cattiva stagione.
In base al sopralluogo fatto, abbiamo individuato quattro tombini ostruiti in Via Riccitelli, ma può essere benissimo che ce ne siano degli altri. I quattro tombini sono stati fotografati e le immagini sono di seguito pubblicate per permettere una loro facile individuazione e pulizia.